liberamente ispirato al racconto di Melville: "Bartebly lo scrivano"

Una volta letto, questo racconto lascia addosso un'impressione di pungente, imbarazzante incertezza. Che vuol dire questo? Chi è Bartebly, e perchè gli accade di preferire qualcosa di diverso? Comprendiamo  perfettamente che ci riguarda, tutto ciò che capita. Ci riguarda quella frase che continua caparbiamente a pronunciare fino alla fine : "i would prefer not to" - "Preferirei di no"- o ancora più precisamente :"AVREI PREFERENZA DI NO".

è pazzo? è il simbolo dell'uomo alienato?

Il protagonista "eroe emblematico" , esprime incerta  e mutevole identità riflettendo le difficoltà incontrate da una nuova cultura  a definirsi "altro".

Quanto ci riguardano le sue paure  e le sue scelte?

 

Nel momento del massimo "riconoscimento" e di massima identificazione con l'altro, subentra una volontà di "differenza" che appare in primo luogo una forma di autodifesa, se non addirittura un istinto di sopravvivenza.

Ogni ipotesi di solidarietà umana diventa impraticabile e  addirittura deprecabile.

La specularità comporta non l'identificazione ma l'oppposizione.

 Galleria Immagini

SCHEDA TECNICA

TIPOLOGIA: prosa
DURATA: 1 ora
CAST: 4 attori / 1 tecnico
SPAZIO SCENICO: Lo spettacolo è rappresentabile sia all’aperto che al chiuso. E’ necessario uno spazio con misure minime 6×8 mt. In caso il teatro non avesse in dotazione la strumentazione, la Compagnia provvederà al reperimento del materiale tecnico necessario.
AUDIO: mixer audio / n° 2 casse amplificate
LUCI: dimmer / consolle luci / n° 6 PC da 1000 w
CARICO/SCARICO: Per il montaggio e smontaggio della scenografia è necessario che i veicoli della Compagnia possano accedere il più vicino possibile all’area scenica per il carico/scarico dei materiali.
MONTAGGIO/SMONTAGGIO: Montaggio 4 ore / Smontaggio 2 ore.